Storie di donne | Uscite 11 novembre | Donne di sabbia di Laura Cappellazzo, Ragazza donna altro di Bernardine Evaristo, Mia madre di Li Kunwu

Storie di donne | Donne di sabbia di Laura Cappellazzo, Ragazza donna altro di Bernardine Evaristo, Mia madre di Li Kunwu

Storie di donne: Libri in uscita l’11 novembre

Buon pomeriggio lettrici e lettori!

Escono oggi alcuni libri molto interessanti dove le donne sono protagoniste:
Donne di sabbia di Laura Cappellazzo racconta, in forma romanzata, la storia di quattro donne vittime di violenza, la particolarità è che sono tutte realmente accadute.
Ragazza, donna, altro di Bernardine Evaristo narra le vite di dodici donne, tutte diverse tra loro per età, provenienza e stile di vita, in modo anticonvenzionale.
Mia madre di Li Kunwu è la storia di una donna, dall’infanzia fino all’età adulta, nella Cina degli anni ’30, raccontata dal figlio.

Donne di sabbia di Laura Cappellazzo

Storie di donne | Uscite 11 novembre | Donne di sabbia di Laura Cappellazzo, Ragazza donna altro di Bernardine Evaristo, Mia madre di Li Kunwu 1

Titolo: Donne di sabbia
Autrice: Laura Cappellazzo
Editore: Paoline Editoriale Libri
Data di uscita: 11 novembre 2020
Genere: Narrativa
Pagine: 240
Prezzo Cartaceo: 14,20 €

AMAZON

Trama

Il testo racconta, in forma romanzata, la storia di quattro donne vittime di violenza.

Soledad, peruviana, non si rende conto che il marito abusa di lei, ma ne prenderà consapevolezza quando scoprirà che il cambiamento deve avvenire prima di tutto dentro di sé;

Innocence, nigeriana, narra le violenze subite durante il viaggio compiuto per arrivare in Europa e lo sfruttamento della vita di strada;

Dashuri, albanese, dipende totalmente dal marito che la fa lavorare senza darle un soldo;

Laeticia, adolescente italiana, è stata violentata dal padre e riporta ferite a livello cognitivo.

Ad accomunare queste donne è Lei – così si autodefinisce la voce narrante -, che le ha conosciute durante gli anni in cui ha lavorato come educatrice a sportelli anti-violenza e a progetti anti-tratta.

Lei è l’autrice stessa, che dichiara: «Tutto quanto narrato è accaduto realmente».

Prefazione di Elena Guerra. Postfazione di Caterina Boca.


Ragazza, donna, altro di Bernardine Evaristo

Storie di donne | Uscite 11 novembre | Donne di sabbia di Laura Cappellazzo, Ragazza donna altro di Bernardine Evaristo, Mia madre di Li Kunwu 2

Titolo: Ragazza, donna, altro
Autrice: Bernardine Evaristo
Traduttore: M. Testa (Traduttore)
Editore: Sur
Data di uscita: 11 novembre 2020
Genere: Narrativa Contemporanea
Pagine: 520
Prezzo Kindle: 12,99 €
Prezzo Cartaceo: 19,00 €

GOODREADS
AMAZON

Trama

È una grande serata per Amma: un suo spettacolo va in scena per la prima volta al National Theatre di Londra, luogo prestigioso da cui una regista nera e militante come lei è sempre stata esclusa.

Nel pubblico ci sono la figlia Yazz, studentessa universitaria armata di un’orgogliosa chioma afro e di una potente ambizione, e la vecchia amica Shirley, il cui noioso bon ton non basta a scalfire l’affetto che le lega da decenni; manca Dominique, con cui Amma ha condiviso l’epoca della gavetta nei circuiti alternativi e che un amore cieco ha trascinato oltreoceano…

Dalle storie (sentimentali, sessuali, familiari, professionali) di queste donne nasce un romanzo corale con dodici protagoniste: etero e gay, nere e di sangue misto, giovani e anziane; impiegate nella finanza o in un’impresa di pulizie, artiste o insegnanti, matriarche di campagna o attiviste transgender.

Cucite insieme come in un arazzo, le loro vite (e quelle degli uomini che le attraversano) formano un romanzo anticonvenzionale che rilegge un secolo di storia inglese da una prospettiva inedita e necessaria.

Autrice: Bernardine Evaristo

Bernardine Evaristo, nata a Londra nel 1959, è una scrittrice e accademica britannica d’origine nigeriana, vincitrice nel 2019 del Booker Prize con Ragazza, donna, altro a pari merito con Margaret Atwood.

Dopo l’esordio nel 1994 con la raccolta di liriche Island of Abraham, ha pubblicato diversi romanzi e racconti scritti in maniera sperimentale che mescolano prosa, poesia, teatro e critica letteraria.

Insegna scrittura creativa alla Brunel University di Londra.


Mia madre di Li Kunwu

Storie di donne | Uscite 11 novembre | Donne di sabbia di Laura Cappellazzo, Ragazza donna altro di Bernardine Evaristo, Mia madre di Li Kunwu 3

Titolo: Mia madre
Autore: Li Kunwu
Traduttore: Giovanni Zucca
Editore: ADD Editore
Data di uscita: 11 novembre 2020
Genere: Narrativa
Pagine: 200
Prezzo Cartaceo: 18,52 €

GOODREADS
AMAZON

Trama

Mia madre racconta la storia di una donna, dall’infanzia fino all’età adulta, e lo sguardo di un figlio.

Sullo sfondo della Cina immersa nel caos e nell’instabilità degli anni ’30 – tra i signori della guerra, l’invasione giapponese, le grandi potenze occidentali che ancora occupano le concessioni nelle grandi città, la lotta tra il Kuomintang nazionalista e il Partito comunista cinese, fino alla Lunga Marcia – Li Kunwu orchestra una narrazione personale.

Attraverso il ritratto di sua madre, una bambina sballottata dal villaggio della famiglia materna alla casa in città del signore della guerra per cui lavora il padre, scopriamo la vita di tre generazioni, le relazioni coniugali e familiari dell’epoca, le scelte personali e sofferte di una vita affaticata dall’estrema povertà e dalle opportunità negate alle donne, limitate dalle loro stesse madri in un mondo che ancora non ne concepisce l’emancipazione.

Con il suo tratto distintivo, qui proposto con la tecnica dell’acquerello, Li Kunwu ci parla delle persone comuni, del loro modo di vivere, delle loro convinzioni, offrendo un documento toccante sulla storia della Cina prima della presa del potere da parte di Mao, in quella che si può considerare l’opera della sua vita.

Prefazione di Giada Messetti

Autore: Li Kunwu

Li Kunwu è un fumettista cinese che ha creato graphic novel pubblicate in Francia.

È un’artista autodidatta e non ha mai frequentato la scuola d’arte.
Ha usato la sua esperienza nelle arti visive per fare propaganda ufficiale per il Partito Comunista, comprese le immagini di Mao Zedong.

Ha dipinto quadri di contadini per il Dipartimento di Propaganda e ha lavorato per lo Yunnan Ribao [zh] (云南 日报), [8] in quest’ultimo ha lavorato per trent’anni. Li ha un figlio che risiedeva a Londra. [9]

Nel gennaio 2014, quattordici delle sue opere sono state esposte al Musée Cernuschi di Parigi, e una cinquantina delle sue opere sono state esposte al Grand Theatre di Angers. Nel 2015 la Fondazione Michelin ha allestito una mostra delle sue opere a Clermont, e lo stesso ha fatto l’anno successivo a Shanghai.


Ti è piaciuto questo articolo_ Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *