Review Party | L’arco degli amori perduti di Roberta Chillè

review party l'arco degli amori perduti roberta chillè

L’arco degli amori perduti di Roberta Chillè

Buongiorno lettrici e lettori!
Oggi partecipo con gioia al review party di questo bel libro: L’arco degli amori perduti di Roberta Chillè, una storia d’amore dolce e con dei protagonisti davvero teneri.

Se due anime sono destinate a stare insieme, il destino sarà a loro favore, nonostante la maggior parte delle volte possa essere crudele.

l'arco degli amori perduti roberta chillè

Titolo: L’arco degli amori perduti
Autrice: Roberta Chillè
Grafica: Catnip Design
Editore: Believe Edizioni
Data di uscita: 2020
Genere: Romanzo rosa
Pagine: 175
Data di uscita ebook : 5 Novembre 2020
Prezzo Ebook: 2,99 €
Data di uscita cartaceo : 20 Novembre 2020
Prezzo Cartaceo: 11,40 €

GOODREADS
AMAZON KOBO

Trama

Si può amare qualcuno che non appartiene più alla tua vita da tanto tempo?

Al centro esatto dell’unico e incantevole parco della città di Lavender  si trova un arco fiorito, custode di tanti baci, primi passi dei più piccini che non vedono l’ora di esplorare il mondo e di qualche piccolo segreto. Un luogo pieno di magia, dove gli amori più difficili con il tempo riescono a ricongiungersi. 

Qui, in questo paesino incantato, vive Lydia, una ragazza determinata e capace di dare tanto amore. Quando credeva di non aver più tempo da dedicargli, ecco che ritorna qualcuno, sparito dalla sua vita molti anni prima, in grado di stravolgere la sua quotidianità.

In una delle serate più fredde, chi è stato lontano da lei, proverà a farle battere di nuovo quel cuore ghiacciato come quello di una principessa, rimasto immobile per tanto tempo.

Se il vero amore è in grado di riuscire a sbloccare l’anima più pura dalle piccole delusioni, allora sarà anche capace di farlo sbocciare più forte di prima.

Recensione L’arco degli amori perduti

Tutto può finire, o ricominciare, ma le cose accadono per una ragione perché siamo noi stessi a deciderlo; il destino ci mette solo lo zampino, alla fine.

Libri, dolci e atmosfera natalizia, cosa chiedere di meglio?

Fin dalle prime pagine mi ha colpito lo stile dell’autrice, scorrevole, ed emozionante.

Se volete un romanzo coinvolgentetenero e senza troppi drammi, questo è il libro giusto per voi.

In generale il libro mi è piaciuto, non conoscevo l’autrice e posso dire che mi ha piacevolmente stupita, soprattutto per lo stile di scrittura e la capacità di usare le parole per coinvolgere il lettore.

In particolare ho adorato i riferimenti alla saga di Twilight, che è anche una delle mie preferite, e la quantità di dolci che prepara Lydia, muffin, torte, pancakes, ce ne sono così tanti che non saprei dire quale avrei desiderato di più poter assaggiare!

A noi due cari licantropi. Povera creatura muscolosa, lasciato in asso dalla sua migliore amica! Cara umana, sei stata una sciocca a farti sfuggire un ragazzo come lui. I lupacchiotti sono carini…

La storia narrata è lineare, senza particolari colpi di scena, quello che mi è rimasto più impresso è la dolcezza, in tutti i sensi!

È ambientato a Lavender, una città di montagna, caratterizzata da un grande arco situato al centro del parco, l’arco degli amori perduti, simbolo della città e dell’amore eterno.

colui che dona un pezzo del suo cuore al cestello delle speranze, sarà ricompensato ricevendo in dono l’amore puro e sincero della persona amata. l’amore è vita. l’amore è tutto.

Nelle vicinanze della città c’è anche il lago Sunny, un altro luogo molto speciale per i protagonisti.

È una cittadina molto carina, dall’atmosfera quasi fiabesca, dove gli abitanti si conoscono tutti, organizzano pic-nic e feste.

L’arco degli amori perduti è una storia che si svolge nell’arco di un paio di mesi, ambientata nel periodo natalizio, momento perfetto per l’atmosfera che si respira.

Il punto di vista è quello di Lydia e racconta le vicende in prima persona, al presente, con dei flashback a 13 anni prima, l’ultimo anno di liceo in cui i protagonisti hanno vissuto la loro storia d’amore.

Il ritmo è scorrevole e il lessico semplice ma le parole sono usate in modo magistrale, per raccontare non solo la storia, ma anche le emozioni e i sentimenti.

Le frasi sono brevi, dialoghi e descrizioni si alternano equamente.

dialoghi sono dolci, quelli che ci si può aspettare tra due persone che si amano e si ritrovano dopo tanto tempo.

Le descrizioni sono molto belle e suggestive, sia i personaggi che i lunghi vengono caratterizzati in maniera dettagliata.

Le figure retoriche sono molto presenti e usate per creare immagini davvero evocative.

A tenermi compagnia, prima di addormentarmi, ci sono occhi neri come il cielo stellato in una notte d’estate che mi osservano compiaciuti… E io sorrido volentieri spontaneamente, scivolando in un sonno profondo, dove le stelle si riuniscono per dar forma ai miei pensieri più profondi: un otto orizzontale, che simboleggia l’amore infinito di due persone che non hanno mai smesso di cercarsi, nonostante si siano ormai perduti…

Lydia

Più si ama ciò che si fa, meno pesante è il lavoro da affrontare.

È una ragazza molto carina, riccia, capelli e occhi castani.

Una persona solare, un po’ con la testa tra le nuvole, che adora la torta di mele e cannella, i pigiami di pile e il suo colore preferito è il grigio.

Amo questo colore, è quello del temporale e, nonostante faccia paura quando si scatena in modo violento, è affascinante osservare quei fulmini che si ribellano sul cielo notturno.

Una ragazza acqua e sapone, non si preoccupa di qualche chilo di troppo, non ama i vestiti appariscenti né truccarsi eccessivamente.

La sua passione sono i dolci, adora prepararne di tutti i tipi per i clienti affezionati del Lavender’s Cafè, la caffetteria di famiglia, tra loro possiamo trovare signore impiccione, ma simpatiche, una bimba, Christine, molto sveglia e tutti vogliono un gran bene a Lydia.

Fin da bambina amava stare in caffetteria, aiutare la mamma e chiacchierare coi clienti.

Da quando Ethan se n’è andato è uscita solo con un paio di ragazzi, ma nessuno è più riuscito a conquistarle il cuore, che è sempre rimasto fedele al suo primo e unico grande amore.

Solo di recente ha scoperto una passione per i libri, ritrovando uno dei libri della saga di Twilight.

Non la definirei una passione, almeno, non ancora. È un qualcosa di assolutamente intrigante da farti venir voglia di non smettere più.

La famiglia di Lydia ha un ruolo fondamentale nel romanzo, i genitori ormai in pensione, continuano a darle una mano nella caffetteria e sono tutti molto uniti, vivono vicino a lei e sanno sempre tutto quello che le accade.

Emily, la cugina di Lydia, è una ragazza molto bella, un po’ snob e fissata con la moda.

Per Lydia era come una sorella, fin da bambine erano sempre insieme, ma il loro rapporto si è incrinato quando Lydia ha cominciato a uscire con Ethan ed Emily faceva di tutto per rubarle il ragazzo.

Ora però Emily è adulta e con un bimbo dolcissimo. La maternità l’ha cambiata e anche il rapporto con la cugina ne ha giovato.

Ethan

Se n’è andato via senza dire nulla, neanche una parola, solo una collana e tante frasi a malapena accennate, che adesso fanno compagnia al vento tiepido di fine estate. Volano senza dare importanza ai sentimenti, se ne vanno via così come se non fossero neanche state pronunciate.

È un bel ragazzo, occhi blu, capelli castano chiari, dolce, romantico e sincero.

Il classico bravo ragazzo che tutti i genitori vorrebbero per la propria figlia, infatti la madre di Lydia lo adora.

Una circostanza molto triste l’ha costretto ad andarsene da Lavender a diciott’anni senza dare spiegazioni a Lydia, per non farla soffrire.

libri sono la sua passione, adora i fantasy, per questo ha deciso di aprire una libreria e per farlo ha scelto di tornare a Lavender, così da poter riconquistare la donna che ama.

L’amore

Ogni amore è diverso da tutti gli altri. Ogni amore combatte una battaglia personale e la si vince solo se l’amore è più forte di qualsiasi ostilità

L’arco degli amori perduti ha come tema centrale l’amore, quello vero, dolce, tenero e potente che può resistere a tutto, al tempo, alla distanza e al dolore, basta crederci.

È un messaggio molto bello quello che ci lascia questo libro, perché, in fondo, tutti desideriamo vivere un amore così.

Consiglio questo libro a chi cerca un romanzo d’amore ben scritto, dolce, coinvolgente e con una bella atmosfera.

Autrice: Roberta Chillè

Roberta Chillè, classe 1988, è nata e cresciuta a Messina, ma si forma come lettrice soltanto nel 2008, quando la storia della città più piovosa d’America, abitata da vampiri e licantropi, le ruba il cuore.

Da quel momento, tra tazze di tè fumanti e biscotti senza glutine, porta avanti questo suo amore per la lettura attraverso il blog ed il profilo Instagram @acupofteaandagoodbook_.

Nel 2016 debutta come scrittrice su una piattaforma di Self Publishing, dove in seguito pubblicherà altri due romanzi, tra cui L’Arco degli Amori Perduti, oggi disponibile in una veste del tutto nuova.

Ringrazio l’autrice e la casa editrice Believe Edizioni per avermi fornito la copia digitale in anteprima.

Qui di seguito i banner che parteciperanno al review party oggi e nei prossimi giorni.

Review Party l'arco degli amori perduti roberta chillè  17/11  les fleurs du mal
la libreria di giusy
libritass
rivendell: katy booklover
lettricelibera
Review Party l'arco degli amori perduti roberta chillè  18/11
the carly library
vivo tra i libri
libera_mente
sele tra i libri
ig thescreamoflove
Review Party l'arco degli amori perduti roberta chillè  19/11  i libri miei compagni di vita
sognare leggi e sogna
la biblioteca di stefania
tiny fox in the box
coccole tra i libri
Ti è piaciuto questo articolo_ Condividilo!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *