Recensione | Lotus girl di MK Schiller

recensione lotus girl

Review Party: Lotus Girl di MK Schiller

Buongiorno lettori e lettrici,
ecco a voi la recensione del romanzo Lotus Girl di MK Schiller edito Believe Edizioni, una storia bellissima, molto dolce e romantica, ma a tratti anche triste e dolorosa.

Lotus Girl di MK Schiller

Titolo: Lotus Girl
Autrice: MK Schiller
Editore: Believe Edizioni
Cover : Catnip Design
Genere: Romance Contemporaneo
Data di uscita ebook: 25 Agosto 2020
Data di uscita cartaceo: settembre 2020
Prezzo E-Book: 4.99€
Prezzo Cartaceo: 15€
Pagine: 492
GOODREADS
AMAZON 
KOBO

Trama

Erede di un impero alberghiero internazionale, Liam Montgomery pensa che gli affari siano tutto, ed è così fino al momento in cui, per controllare i suoi affari in Asia, compie un viaggio sotto copertura che gli cambierà la vita.

Cosmopolita com’è, dalle luci brillanti di Mumbai, passando alle tranquille spiagge di Goa, fino ad arrivare alle vivaci strade di New York, Liam non aveva mai incontrato nessuno come la deliziosa Mary Costa. Non riesce a capire perché una donna tanto educata e delicata lavori come domestica. O come faccia a riaccendere la sua anima d’artista, da tempo sepolta sotto la veste di uomo d’affari. Molte sono le cose che li separano, specialmente i segreti che, forse, Maria non gli svelerà mai; Liam però non può immaginare la sua vita senza di lei…

Mary sa che il desiderio inaspettato verso Liam deve giungere al termine, anche se la sua dolcezza e la sua voglia di divertirsi la ispirano e riaccendono per la prima volta in vita sua una speranza. A separarli ci saranno una cupa promessa da mantenere e una serie di esperienze dolorose; nonostante tutto ciò possono sperare in un futuro insieme, anche se questo significa affrontare le cicatrici del passato?

Lotus girl: rinascita, purezza, amore

Il fiore può essere delicato, ma è anche forte. Può sempre trovare una nuova casa.

Questo libro fa sognare, trasporta il lettore in un mondo nuovo, completamente diverso da quello a cui siamo abituati, dove ci sono alberghi da favola in luoghi stupendi.

È ambientato in India e in parte a New York.
L’atmosfera che si respira leggendo è proprio quella delle grandi città indiane: Jaipur e Bombay, con le loro strade trafficate, affollate dove risuonano i clacson, Goa con le sue magnifiche spiagge, luoghi in cui si mescolano tradizioni e culture diverse.

Lo stile è molto scorrevole, con un ritmo incalzante, frasi brevi e metafore molto suggestive.
Si legge tutto d’un fiato, pagina dopo pagina sembra tutto troppo bello per essere vero, ma non mancano i colpi di scena e continui a leggere perché non puoi fare a meno di sapere come andrà a finire.

La trama, per quanto racconti la storia d’amore tra una cameriera e un proprietario d’albergo, non ha nulla di scontato, non è un cliché, anzi è una storia emozionante in cui niente è come sembra, dove entrambi i protagonisti hanno dei segreti nel loro passato e molte più cose in comune di quante credano.

Le vicende sono raccontate in prima persona dai protagonisti, alternando il punto di vista capitolo per capitolo, cosa fondamentale per entrare in sintonia con due personaggi, simili sotto certi aspetti, ma completamente diversi in altri.
In particolare è bello come sono narrate le difficoltà dei due protagonisti a integrarsi nei rispettivi mondi .

dialoghi tra i due protagonisti sono a tratti divertenti e sarcastici, a tratti commoventi e dolorosi, mi è piaciuto molto il modo in cui si comprendano con un solo sguardo fin dall’inizio.
Le scene intime sono molto sensuali e descrivono alla perfezione tutta la passione travolgente che domina i protagonisti.

Le descrizioni in generale, sia dei personaggi che delle situazioni, sono dettagliate e molto suggestive.

Mi concentrai sulla figura luccicante in piedi accanto alla fontana. Sembrava che ogni raggio del sole la puntasse e la riflettesse allo stesso tempo. Questo fino a quando non mi resi conto che la sua lunga gonna e la sciarpa, entrambe bianche, avevano dei piccoli specchi nel ricamo.

lotus girl
Foto di Pexels da Pixabay

Mary Costa

Liam, nessuno mi ha mai guardata come mi guardi tu. Temo che tu veda qualcosa che non esiste.

È una ragazza molto bella, i capelli scuri sempre raccolti in una treccia, gli occhi castani e un fisico formoso, è abituata a non essere notata, anzi essere ‘solo una cameriera’ è proprio ciò che vuole, desidera non attirare l’attenzione su di sé, ma non ha fatto i conti con Liam, che ne rimane affascinato dal primo istante.
Lotus girl, infatti, è proprio il soprannome che le dà il ragazzo quando la vede.

Ha un carattere forte, è testarda, orgogliosa e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.

È cattolica, cresciuta in India e parla benissimo inglese, solo che nessuno lo sa, in passato ha affrontato esperienze terribili, non si fida delle persone e non racconta mai nulla di sé, ma con Liam è diverso, di lui sente di potersi fidare.

Ama leggere, soprattutto i romanzi sugli highlanders.

Sua madre ha abbandonato la famiglia quando era piccola, lasciando lei e la sorella col padre, un brav’uomo che le ha trasmesso l’amore per la lettura, ma ora Mary è sola, non ha una famiglia, né amici, né un contatto per le emergenze, cosa che ha turbato molto Liam.
Hanna, è il suo rimpianto più grande, la sorella infatti aveva la sindrome di down e Mary si rimprovera di non averla protetta come avrebbe meritato.

Non c’era nulla di cinico o di amaro in Hannah. Era il gioiello più piccolo, ma poteva portare la luce negli angoli più bui.

Crede nel destino, nei simboli, come la pietra di luna e ama il fiore di loto perché indica la purezza, per lei è rappresenta la speranza, è un po’ la metafora della sua vita.

Liam Montgomery

Le mie dita si contrassero. Desiderai un pezzo di carboncino, un pennello o persino una fottuta matita. Quel desiderio un tempo tanto familiare era stato assente dalla mia vita per molti anni.

È un bell’uomo, di quelli che non passano inosservati, ha un carattere buono, è gentile con tutti e rispettoso, non tollera le ingiustizie.

Quando conosce Mary è istintivamente attratto da lei, è incuriosito da quella donna tanto bella quanto misteriosa, che ha risvegliato in lui la passione per la pittura diventando la sua musa e istintivamente sente il bisogno di proteggerla.

Recensione | Lotus girl di MK Schiller 1
Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Avevo trovato l’ispirazione dove meno me l’aspettavo, ma non la volevo. E di sicuro non ne avevo bisogno.

Il suo sogno è da sempre quello di dipingere, ma l’ha abbandonato per seguire la strada che il padre ha scelto per lui, gestire la catena di alberghi di famiglia insieme al fratellastro, Stephen, un ragazzo che ha molti problemi, ma con una mente brillante per gli affari, col quale non va per niente d’accordo, ma che si rivelerà un personaggio molto importante.

La madre, che ha perso da ragazzo, era un’aspirante scrittrice, una donna semplice, povera, che ha amato il figlio con tutta sé stessa e gli ha trasmesso l’amore per i libri e i valori che l’hanno reso un vero uomo.

Ho amato entrambi i protagonisti, perché con le loro fragilità e i loro tormenti, ti entrano nel cuore.
La loro relazione poi è bellissima, piena di passione, ma anche di rispetto reciproco; nonostante siano consapevoli che dovrà finire, non riescono a separarsi, si amano profondamente, tanto da sacrificare la propria felicità per il bene dell’altro.

È un romanzo molto profondo, pieno di colpi di scena e di suspense, affronta tematiche forti, ma è anche pieno di speranza e di amore

Assolutamente consigliato a tutti quelli che amano sognare leggendo.

L’autrice ha uno stile unico e spero di leggere altri suoi libri in futuro.

L’autrice: MK Schiller

Non conoscendo una parola d’inglese, MK Schiller arriva in America all’età di quattro anni dall’India. Da allora, tutto ciò che ha fatto è raccogliere parole. Dopo aver ricevuto il miglior regalo di sempre dai suoi genitori, la sua tessera personale per la biblioteca, ha iniziato a leggere tutto ciò su cui poteva mettere le sue mani golose di conoscenza.

A sedici anni, un’amica le ha chiesto di inventare una storia con il famoso ragazzaccio della scuola. Questa non era una fan fiction … era una fiction di amici. Da quel giorno, sa che vuole diventare una scrittrice.

Con l’obiettivo di far ridere e piangere i suoi lettori, MK Schiller ha scritto più di una dozzina di libri, ognuno pieno di personaggi disadattati che superano gli ostacoli e trovano il vero amore.

Ringrazio la casa editrice e l’autrice per la copia digitale in omaggio, mi ha fatto davvero piacere partecipare a questo review party, nel banner trovate gli altri blog.

‎21/09 SELE TRAI LIBRI RIVENDELL: KATY BOOKLOVER COCCOLE TRA I LIBRI PAPER PURRR 22/09 NEVER STOP DREAMING BOOK BLOG ALL IN MY WORLD DEBBYNA BOOKISH GIRLS THE CARLY LIBRARY 23/09 HENDRIX LETTRICE LIBERA LA PICCOLA LIBRERIA NEL BOSCO LETTURE SALE E PEPE REVIEW PARTY LOTUS GIRL DI MK SCHILLER
Ti è piaciuto questo articolo_ Condividilo!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *