Recensione | Siamo un istante perfetto di Daniela Volonté

Recensione Siamo un istante perfetto di Daniela Volonté self publishing

Buongiorno lettori e lettrici,
sono felice di condividere con voi la recensione di un romanzo che ho adorato: Siamo un istante perfetto di Daniela Volonté è una storia d’amore bellissima, dolce ed emozionante.

Questo libro mi ha commosso. Ho sorriso, sperato e sofferto insieme ai protagonisti fino alla fine.

Sposare uno sconosciuto e vivere insieme per cinque settimane, voi lo fareste?

Siamo un istante perfetto di Daniela Volonté

Segnalazione | Siamo un istante perfetto di Daniela Volonté

Titolo: Siamo un istante perfetto
Autrice: Daniela Volonté
Editore: Self Publishing
Data di uscita: 30/08/2021
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 300
Prezzo Ebook: 2,99€ Gratis con Kindle Unlimited
Prezzo Cartaceo: 10,00€

GOODREADS
AMAZON

Trama

amazon kindle unlimited

Dopo aver raggiunto l’apice della sua carriera ciò che resta oggi a Viola Carli è un lento declino.

Come può un’autrice continuare a scaldare i cuori delle proprie lettrici se ha perso la magia della scrittura?

Thomas Molteni ha ottenuto molto dalla vita, forse più di ciò che si sarebbe aspettato, ma il destino gli ha giocato una mossa difficile da contrastare.
Cosa può desiderare un uomo che sembra avere ottenuto già tutto?

Viola e Thomas non si conoscono e non si sono mai incontrati nemmeno per caso, tuttavia entrambi decideranno di partecipare a un esperimento sociale e per cinque settimane saranno obbligati a vivere a stretto contatto come moglie e marito. In che modo riusciranno ad affrontare questa loro folle decisione?

Romanzo autoconclusivo.

Nota dell’autrice: per la scrittura di questo romanzo si è ispirata a un format televisivo andato in onda per la prima volta in Danimarca nel 2013 ed esportato in oltre venti paesi. In Italia, la serie dal titolo “Matrimonio a prima vista” è approdata nel 2016.

Gratis con Kindle Unlimited

Recensione Siamo un istante perfetto

Il matrimonio è stato costellato da momenti di incomprensione, rabbia e odio, ma anche da una manciata di istanti perfetti. Ne è nata una storia imperfetta. Ma comunque sia, resta la nostra storia.

Quando l’ho cominciato mi aspettavo un romanzo completamente diverso, tutto ruota intorno a un esperimento sociale: un reality chiamato Matrimonio tra sconosciuti, che prende spunto dalla trasmissione televisiva Matrimonio a prima vista, in cui delle coppie si sposano senza conoscersi.

Temevo di imbattermi in una storia irreale, magari divertente, ma di sicuro non così emozionante.

Leggendo la trama non si percepisce la profondità di questo romanzo e per me è difficile parlarvene senza fare spoiler, ma vi garantisco che non è affatto banale e merita di essere letto.

È il primo libro che leggo di questa autrice e mi ha piacevolmente sorpreso!

È ambientato principalmente a Milano e dintorni.

Tutta la narrazione si svolge nell’arco di cinque settimane, molto intense, in cui accade di tutto!

Vediamo un amore stupendo nascere e prendere vita, stiamo accanto ai nostri protagonisti mentre prendono decisioni difficili e sorridiamo insieme a loro.

A ogni avvenimento viene dato ampio spazio, tanto che sembra di essere partecipanti e non spettatori della storia, io almeno mi sono sentita molto coinvolta.

Lo stile di scrittura è scorrevole e frizzante, curato fin nei minimi dettagli e si legge tutto d’un fiato.

È una storia che ti tiene incollata alle pagine fino alla fine, anche la durata dei capitoli segue il ritmo della narrazione, alcuni sono molto brevi, altri abbastanza lunghi.

Il lessico è semplice, ma le parole sono usate in modo magistrale per trasmettere un mondo di emozioni.

I dialoghi sono fantastici! Alcuni divertenti, altri commoventi e ci sono alcune scene divertenti.

Le descrizioni sono poche e curate, tutto è ben bilanciato e a ogni avvenimento viene dato il giusto spazio.

A raccontarci la storia sono proprio Viola e Thomas, i nostri protagonisti, che si alternano nella narrazione.
È come se esprimessero ad alta voce ciò che pensano e noi fossimo lì ad ascoltarli, riusciamo a entrare alla perfezione nei loro pensieri, a comprendere le loro decisioni e desideri, anche se a volte tutti e due mi hanno fatto arrabbiare!

Viola

In amore devi correre qualche rischio e se non andrà bene, almeno avrai assaggiato la vita, senza nasconderti dietro ai libri

Si considera una ragazza ordinaria, semplice, potrebbe essere tranquillamente una di noi, nonostante abbia dei fantastici capelli rossi e profondi occhi scuri.

Vive a Barconate, un paesino della provincia di Milano immerso nel verde, adora i laghi, camminare nella natura e odia lo shopping.

A ventotto anni non ha mai avuto una relazione degna di tale nome, sogna una storia d’amore con la A maiuscola, di quelle che basta uno sguardo per capirsi o la vicinanza della persona amata per essere felici.

È sarcastica, a tratti ironica e dice sempre quello che pensa, a costo di apparire inopportuna.

Si è iscritta al programma perché ha perso la “magia”, è una scrittrice di romance che ha avuto molto successo in passato,ma ora non riesce a scrivere più nulla di buono.
Sente il bisogno di tornare a credere nell’amore e nella speranza esista anche per lei l’uomo giusto.
Almeno, questo è quello che dice a tutti, ma il vero motivo è un altro.

La scrittura per lei è molto importante, l’ha aiutata a uscire da un periodo doloroso ed è il suo modo migliore di comunicare.

È una persona estremamente altruista, mette sempre prima gli altri e poi se stessa.

L’ho adorata fin dall’inizio perché mi sono riuscita a immedesimare in lei senza difficoltà.

È molto dolce ed empatica, non sa chi sia Thomas nè l’ha mai visto, ma accetta di sposarlo senza esitare perché in quel momento non pensa a se stessa, ma a lui e non vuole che si senta rifiutato.

Durante le settimane con Thomas si sente spesso inadeguata, ha una scarsa autostima che la porta a credere di non essere abbastanza per un uomo così, nonostante lui faccia di tutto per farle capire che la considera una ragazza fantastica, sicuramente migliore di quelle che ha frequentato per tutta la vita.

La sua migliore amica Milena la sostiene sempre e c’è quando Viola ha bisogno di lei.

Simone, il cugino, è lui a spingere Viola a iscriversi al programma, sono uniti come fratelli.

Thomas

Ho ricominciato a credere nei sogni, dopo che hai accettato di sposare quest’uomo imperfetto. Ho perso il sorriso e tu me lo hai ridato. Non so quali siano i tuoi desideri, ma li voglio conoscere…

Tomà, si legge così, è uno stupendo uomo di trentaquattro anni, ha vissuto di eccessi fino a quando la vita gli ha presentato il conto e si è dovuto fermare.

È stato un modello per tanti anni, ora ha smesso di girare il mondo ed è tornato a vivere a Milano, dove ha aperto una casa di moda con il suo amico Stefano.

Ha un carattere irritabile, è testardo e molto suscettibile se si parla della sua malattia, ma per il resto è un uomo socievole, romantico e premuroso. Con Viola è molto dolce e protettivo.

Il cuore è un meccanismo preciso e complesso e come tutte le cose articolate potrebbe incepparsi anche per una banalità

Si è iscritto al programma perché vuole sapere com’è essere sposati, vivere con una donna al proprio fianco, addormentarsi la sera e svegliarsi la mattina con lei accanto.

Quando gli dicono che una donna ha accettato di sposarlo senza esitare pensa che lei sia pazza, ma è anche molto curioso di conoscerla.

Quando comincia l’esperimento è un uomo che ha perso la voglia di vivere, ma grazie a Viola capisce che per lui forse c’è ancora la possibilità di essere felice.

Mi trasporta in un mondo semplice in cui una donna desidera un uomo. Un uomo come tutti gli altri. Un uomo senza imperfezioni. Un uomo diverso da me.

Stefano, il suo socio è un tipo in gamba, molto simpatico, si vede che è molto legato a Thomas e farebbe di tutto pur di vederlo stare bene.

Viola e Thomas sono due personaggi stupendi, li ho amati entrambi, sono dolci e molto teneri, ma anche tanto insicuri, troppo concentrati sulle proprie imperfezioni per vedere che l’altra persona non le nota nemmeno.

C’è da dire che i nostri protagonisti sono stati molto fortunati, perché in un matrimonio al buio è raro che nasca fin dall’inizio un’intesa così speciale!

Entrambi, fin dall’inizio, si impegnano per imparare a conoscersi e a far funzionare le cose, nonostante questo però le incomprensioni sono all’ordine del giorno, perché di base non si conoscono.

Viola ha una teoria molto carina su come riuscire a comprendersi meglio, ma non vi svelo qual è!

Legano in fretta, ma non vogliono lasciarsi andare del tutto perché sono convinti che la loro storia finirà trascorse le cinque settimane, Thomas è molto sicuro di ciò, Viola spera invece che non sia così.

A volte non li sopportavo!
È chiaro che tra loro stia nascendo qualcosa di bello, ma entrambi, per ragioni diverse, non vogliono aprirsi con l’altro e dirgli ciò che provano.

Tutti i personaggi sono caratterizzati alla perfezione, sia quelli principali che quelli secondari.

Stefano e Milena sono fantastici: premurosi, disponibili, non ci sono amici migliori.
Anche le due famiglie sono descritte al meglio.

La madre di Thomas mi ha suscitato una profonda antipatia fin dall’inizio!
Il padre invece, è un mito, parla poco, ma quando lo fa è capace di dire la cosa giusta al momento giusto.

Thomas ha una governante, Agata, che adora Viola e tra le due donne si instaura un’ottima complicità.

Questo romanzo è toccante, ci mostra la potenza dell’amore, in alcuni casi è così forte da fare miracoli e ci insegna ad amare le nostre imperfezioni, perché sono proprio queste a renderci unici.

Daniela Volonté ha la capacità di costruire personaggi estremamente reali, con problemi che potrebbero capitare nella vita di ognuno di noi e non so quanti li affronterebbero come loro!

È uno dei libri che ho amato di più, soprattutto tra quelli letti nell’ultimo anno e recupererò sicuramente gli altri libri di questa autrice perché ho adorato il suo stile.

Ringrazio l’autrice per la copia arc e la possibilità di leggere in anteprima questo romanzo.

L’autrice: Daniela Volonté

È nata a Varese e vive in provincia di Como con il marito e due figli. Ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione. Scrive per passione e vi dedica ogni minuto libero della giornata. ALTRE OPERE PUBBLICATE Con Newton Compton Editori:

  • Buonanotte amore mio
  • L’amore è uno sbaglio straordinario
  • Non chiamarmi di lunedì
  • Sei l’aria che respiro
  • La meraviglia di essere simili
  • La dolcezza può far male
  • Non basta dirmi ti amo
  • Imperfetti sconosciuti

Con Sperling & Kupfer: Io e te, all’infinito e Ti scrivo una canzone

Da self: The contractor, Una scelta inaspettata e Ricordami che sono felice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *